Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


I Testimoni di Geova di Bisceglie commemorano la morte di Cristo Gesù

Nella sala del Regno dei testimoni di Geova – ricordata anche in altre lingue – gli indirizzi.

di Giorgio Eccel

Inserita nelle celebrazioni delle feste pasquali messe in cantiere dalle comunità religiose della nostra Città, anche quest’anno, c’è la “Commemorazione della Morte di Cristo” a cura dei Testimoni di Geova locali. Si tratta della più importante celebrazione di questa Confessione cristiana, celebrazione che trae origine dal comando che diede Gesù stesso agli Apostoli durante l’ultima cena: «Continuate a far questo in ricordo di me».

Già dal primo marzo, gli aderenti a questa dottrina religiosa si sono attivati per distribuire a parenti, amici, colleghi di lavoro e di casa in casa, un invito personale per poter assistere all’evento religioso. Cosa è la “Commemorazione della Morte di Cristo” che i Testimoni di Geova celebrano annualmente nel primo giorno di luna piena di primavera, ovvero il 14 Nisan secondo il calendario ebraico?

A detta del Prof. Ilario Musicco, dell’Ufficio Relazioni Pubbliche dei “testimoni” della Circoscrizione “Puglia 2” (il nord barese, alla quale aderiscono le congregazioni o comunità di Bisceglie), « ... il 14 nisan è il giorno in cui Gesù, dopo aver celebrato la pasqua ebraica nella famosa ultima cena, istituì il “patto per il Regno di Dio” con i suoi discepoli. In tale occasione diede il comando: “Continuate a far questo in memoria di me” (vangelo di Luca 22:19). In armonia con tale comando, anche l’apostolo Paolo scrive “Poiché ogni volta che mangiate questo pane e bevete questo calice, continuate a proclamare la morte del Signore, finché egli arrivi” (prima lettera ai Corinti 11:26). Sulla scia della pasqua ebraica, coerentemente commemorata una volta l’anno e che i cristiani non avrebbero più dovuto seguire, anche il comando di Gesù va rispettato una volta l’anno. Le stesse parole di Paolo “ogni volta” non si intendono per “molte volte l’anno” ma, sicuramente, molte volte nel corso di più anni, sino al giorno della riappacificazione tra l’uomo e Dio.»

Lo stesso fanno i Testimoni di Geova per quest’avvenimento importantissimo per la salvezza dell’uomo peccatore che si converte. Secondo ciò che apprendiamo dal Prof. Musicco, i testimoni di Geova celebrano la Commemorazione il 14 nisan, dopo il tramonto, secondo il calendario ebraico in uso nel I secolo.

Il giorno ebraico comincia al tramonto e prosegue fino al tramonto successivo. Perciò Gesù morì lo stesso giorno del calendario ebraico in cui istituì la Commemorazione. Il mese di nisan iniziava al tramonto successivo a quando la luna nuova più vicina all’equinozio di primavera diveniva visibile a Gerusalemme. La data della Commemorazione cade 14 giorni dopo. Secondo i calcoli, tale data quest’anno è sabato 22 marzo 2008 dopo il tramonto è la data esatta”. Gli anniversari e gli avvenimenti importanti sono ricordati una volta l’anno.

L’avvenimento consiste in un discorso sul valore della morte sacrificale di Cristo e culmina con il passaggio del pane e del vino, simboli rispettivamente del corpo innocente di Gesù e del suo sangue dato in sacrificio per l’umanità.

L’avvenimento sarà celebrato nelle Sale del Regno locali di ogni città d’Italia, ma anche in altri luoghi scelti localmente. Oltre che nella lingua italiana, anche gli stranieri presenti sul territorio potranno assistere all’avvenimento nella loro lingua ed incontrare persone di vari gruppi di lingua che si riuniscono presso le comunità dei Testimoni di Geova. Qui di seguito riportiamo indirizzi ed orari nelle immediate vicinanze.

A Bisceglie ci saranno due celebrazioni entrambe presso la locale Sala del Regno Via Giuseppe Di Vittorio 92: l’una alle ore 18,30 e l’altra alle ore 20,15.

Oltre che nelle Sale del Regno locali di ogni città d’Italia, l’avvenimento sarà celebrato anche da vari gruppi di lingua che si riuniscono presso le comunità dei Testimoni di Geova. Per giusta informazione riportiamo alcuni degli indirizzi ed orari.

La congregazione di Trani alle ore 19,00 presso la Sala del Regno in via Andria 20/n.

La congregazione di Molfetta ore 19,30c/o la “Sala Convegni Finocchiaro”, Via S. Domenico 69, Molfetta.

La congregazione di Bari Stazione, alle ore 19,00, presso L’hotel Excelsior di Bari, in Via Giulio Petroni 15.


I gruppi di:

-> lingua L.I.S. (lingua italiana dei segni), ore 19,30, c/o Sala del Regno di Bari Palese, Via nazionale 9/f.

-> lingua rumena, ore 18,00 presso la Sala del Regno in Via Barletta 159 ad Andria; ed alle ore 18,30 presso la Sala del Regno in via Buccari a Bari;

-> lingua spagnola, ore 19,30 presso l’Hotel Standic,via Guanella 1, rione poggiofranco - Bari;

-> lingua albanese, ore 20,30 presso la Sala del Regno in Via Andria civico 20/N a Trani;

-> lingua francese, ore 19,00 presso Hotel Excelsior, Via Giulio Petroni;

-> lingua inglese, ore 19,30 c/o Sala del Regno, via Buccari angolo Via Borrelli 16, a Bari;

-> lingua cinese, ore 21,00 c/0 Sala del Regno, Via Buccari a Bari.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Bisceglie Live, in data 22 Marzo 2008, rubrica Attualità (http://www.bisceglielive.it)