Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Testimoni di Geova: un esercito di fedeli

Monza - La nuova provincia della Brianza ospita 5mila aderenti di cui 4mila svolgono funzione di evangelizzatori

Dati in crescita: aumentano gli italiani, ma numerosi sono anche gli immigrati




Il battesimo che ogni anno si svolge allo stadio Brianteo


Radicati sul territorio e in crescita. I Testimoni di Geova made in Brianza aumentano ogni anno. Nella nuova provincia di Monza le stime parlano di 5mila aderenti, di cui 4mila evangelizzatori, ovvero i fedeli che partecipano regolarmente alle funzioni religiose. Una diffusione capillare nelle città come nei piccoli paesi. Migliaia di Testimoni di Geova suddivisi in una trentina di comunità, ognuna formata da circa un'ottantina di aderenti. Da un capo all'altro della provincia, da Cesena a Bellusco, da Renate a Nova Milanese. Particolarmente numerosi i gruppi di Lissone e Monza. Nel capoluogo brianteo le tre comunità cittadine, per un totale che supera le 250 unità, si trovano nella sede di via Mentana. La guida dei fedeli brianzoli è affidata a 150 pastori, quattro per ogni gruppo. E i seguaci del fondatore, Charles Russel sono in forte espansione anche tra gli stranieri che risiedono in Brianza: ad Arcore, ad esempio, è attiva una congregazione in lingua inglese per l'integrazione degli immigrati africani. Non è un caso che il congresso estivo che si era svolto come ogni anno, allo stadio Brianteo sia stato presentato in 18 lingue, dall'arabo al tedesco, con fedeli di nove nazionalità diverse tra i cento battezzati che si erano immersi nella piscina allestita ai bordi del campo: "Nel territorio brianzolo l'adesione è numerosa e in crescita, sia tra gli italiani che tra gli immigrati - spiega Piero Ragno, responsabile regionale per la comunicazione dei Testimoni di Geova - per questo abbiamo scelto proprio Monza come sede del raduno che abbiamo tenuto tra la fine di luglio e l'inizio di agosto". Monza infatti da anni è considerata la capitale lombarda dei Testimoni di Geova. Dal 1998 lo stadio monzese è la loro casa: otto raduni svolti in nove anni con l'appuntamento che dal 2004 si ripete senza interruzioni. Nel 2001 poi i Testimoni scelsero l'autodromo cittadino per celebrare il loro congresso internazionale. I numeri della congregazione in Italia parlano di 430mila fedeli, di cui 236mila evangelizzatori suddivisi in 3mila comunità. Nel mondo i seguaci di Russel sono oltre 6.700.000.



Un terzo degli espulsi sceglie di rientrare nel gruppo

Linda e Laura, tornate nella comunità dopo l'addio




Un terzo degli espulsi dalla comunità scelgono di rientrare. I Testimoni di Geova fanno proseliti non solo tra i nuovi ma anche tra gli ex convertiti. Ex aderenti come Laura e Linda, due ragazze monzesi che dopo l'allontanamento dalla congregazione hanno chiesto di tornar a far parte del gruppo. Decisiva l'opera dei pastori: "Ad un certo punto si era sviluppato in noi un senso di ribellione, cominciarono a frequentare cattive compagnie - raccontano le due giovani - la nostra condotta era in contrasto con quanto accettato in precedenza e fummo espulse dalla congregazione".
Poi la scelta di tornare in contatto con la comunità di via Mentana. Un riavvicinamento graduale: "Decidemmo di chiedere aiuto agli "anziani" del gruppo e ricominciammo a partecipare di nuovo alle riunioni. Ora abbiamo ritrovato la fede in Dio e siamo orgogliose di essere tornate nella comunità".


L'articolo originale





Questo articolo è stato pubblicato sul quotidiano "L'esagono", in data 4 ottobre 2007, da parte del giornalista Marco Dozio, rubrica "Cronaca Centro", pagina 9.

© Estrazione e rielaborazione grafica a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net