Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Decreto Reale 1614/2007, dicembre, con il quale si regolano i termini e le condizioni per l'inclusione nel Regime Generale della Previdenza Sociale dei membri dell'Ordine religioso dei Testimoni di Geova in Spagna



L'articolo 1.1 del Decreto Reale 2398/1977, del 27 agosto, con il quale si regola la Previdenza Sociale del Clero, stabilisce che gli ecclesiastici della Chiesa Cattolica e i ministri delle altre chiese e confessioni religiose debitamente iscritte nel corrispondente Registro del Ministero della Giustizia, rientrino nell'ambito di applicazione del Regime Generale della Previdenza Sociale alle condizioni determinate dal regolamento.

In ragione dell'attività svolta dagli ecclesiastici e ministri di culto a cui si fa riferimento, tale regime previdenziale si applica mediante l'assimilazione di questi ultimi a lavoratori dipendenti perché siano soddisfatti i requisiti del Decreto Reale integrativo così come l'azione di tutela previdenziale, in armonia con quanto stabilito dagli articoli 97.2.m) e 114.2 del testo incluso nella Legge Generale della Previdenza Sociale, approvata dal Decreto Legislativo 1/1994, del 20 di giugno.

Detta assimilazione, già attuata nei confronti degli ecclesiastici e ministri di culto di diverse chiese e confessioni, si procede ora ad applicarla, stabilendone le condizioni per usufruire del Regime Generale della Previdenza Sociale, nei confronti dei membri dell'Ordine religioso dei Testimoni di Geova, integrati in seno alla confessione religiosa Testimoni Cristiani di Geova che oltre alla supervisione ecclesiastica e spirituale, occupa una posizione legale in Spagna assumendo anche gli oneri e doveri economici dell'Ordine.

Entrambe le denominazioni sono debitamente iscritte nel Registro delle Entità Religiose del Ministero della Giustizia, come esige l'articolo 1.1 del Decreto Reale 2398/1977, del 27 agosto.

Della realizzazione di questo reale decreto è stata informata la confessione religiosa Testimoni Cristiani di Geova.

Questo decreto reale si pubblica in conformità con l'articolo 97.2.m) del testo incluso nella Legge Generale della Previdenza Sociale.

Su proposta del Ministero del Lavoro e Affari Sociali, in accordo con il Consiglio di Stato e previa delibera del Consiglio dei Ministri nella riunione del 7 dicembre 2007,


D I S P O N G O :



Articolo 1. Assimilazione a lavoratori dipendenti.

Rimangono assimilati a lavoratori dipendenti, per usufruire del Regime Generale della Previdenza Sociale, i membri dell'Ordine religioso dei Testimoni di Geova in Spagna, nei termini e condizioni stabiliti da questo decreto

Articolo 2. Ambito personale di applicazione.

Per effetto di questo decreto reale, si intenderà per "membri dell'Ordine religioso dei testimoni di Geova" le persone che, come ministri ordinati, si dedicano in modo permanente a funzioni missionarie, pastorali o di formazione religiosa, così come anche, di forma complementare ad altre attività che risultano necessarie all'adempimento dei fini della confessione religiosa nella quale sono integrati.

L'accreditamento di tali requisiti, ai fini dell'inclusione e iscrizione nel Regime Generale della Previdenza Sociale, si realizzerà mediante certificazione fornita dal Gruppo Direttivo dei Testimoni di Geova della Spagna.

Articolo 3. Azione di tutela.

1.L'azione previdenziale, per quanto riguarda le persone a cui si riferisce l'articolo precedente, corrisponderà al Regime Generale della Previdenza Sociale, con le seguenti esclusioni:

a) Incapacità temporanea, maternità, paternità, rischi durante la gravidanza e l'allattamento naturale.

b) Disoccupazione.

2. Le conseguenze di malattia o incidente, qualsiasi sia l'origine, si considereranno in tutti i casi come comuni e non di lavoro, rispettivamente, essendo in questi casi prevista l'applicazione del Regime Generale della Previdenza Sociale.

Articolo 4. Contributi.

1. Il versamento dei contributi alla Previdenza Sociale, per le persone a cui si riferisce l'articolo 2, si effettuerà conforme alle norme specifiche stabilite nell'articolo 29 del Regolamento generale sulla paga e liquidazione di altri diritti della Previdenza Sociale, approvati dal Decreto Reale 2064/1995, del 22 dicembre, così come alle norme comuni del Regime Generale sulla materia che risulta di applicazione. Rimarrà escluso nella base contributiva solamente l'incremento corrispondente alla paga straordinaria.

2. In relazione con dette persone, non esisterà obbligazione di versamento per le contingenze escluse dall'azione di tutela, così come nemmeno rispetto al Fondo di Garanzia Salariale nè per la formazione professionale.

Articolo 5. Obbligazioni d'impresa.

Per effetto di quanto previsto dal decreto reale, la confessione religiosa dei Testimoni Cristiani di Geova della Spagna, in cui si trova integrato l'Ordine religioso dei Testimoni di Geova, assumerà i diritti e le obbligazioni stabiliti per gli imprenditori dal Regime Generale della Previdenza Sociale.

Prima disposizione finale. Titolo di competenza.

Questo decreto si pubblica in virtù di quanto disposto dall'articolo 149.1.17.ª della Costituzione, che attribuisce alla Stato la competenza esclusiva in materia di legislazione basilare e regime economico della Previdenza Sociale.

Seconda disposizione finale. Attuazione.

Si dà facoltà al Ministro del Lavoro e Affari Sociali di suggerire quante disposizioni di carattere generali risultino necessarie per l'applicazione di quanto stabilito da questo decreto reale.

Terza disposizione finale. Entrata in vigore.

Il presente decreto reale entrerà in vigore il primo giorno del secondo mese seguente la pubblicazione nel «Bollettino Ufficiale dello Stato».



Redatto a Madrid, il 7 dicembre del 2007
JUAN CARLOS R.



Il Ministro del Lavoro e affari Sociali
JESÚS CALDERA SÁNCHEZ-CAPITÁN




Il bollettino ufficiale





Questo articolo è stato pubblicato sul sito "Boletìn Oficial del Estado", in data 22 dicembre 2007, da parte del Ministro del lavoro e del Seguridad Socia Jesus Caldera Sànchez-Capitàn, rubrica "Boletines anteriores"; consultabile on line sul sito "www.boe.es".

© Estrazione e rielaborazione grafica a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net