Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Kazakistan: "Scuse ridicole" per il rifiuto dello statuto legale



Di Mushfig Bayram, Servizio Notizie del Forum 18



E’ bastata la mancanza di numeri telefonici attivi, sull’istanza di registrazione presentata dai coordinatori della comunità dei Testimoni di Geova nel porto del Mar Caspio di Atyrau, al Dipartimento di Giustizia regionale per negare lo statuto legale. L’avvocato Testimone di Geova Yuri Toporov ha denunciato al Servizio Notizie del Forum 18 le "scuse ridicole" nel respingere questa richiesta come tutte le precedenti istanze della comunità presentate dal 2001. Il docente in legge Roman Podoprigora ha detto al Forum 18 che gli organi statali a volte utilizzano "qualunque scusa possibile", perfino una insignificante, per respingere le richieste di registrazione delle comunità religiose. I funzionari della regione di Atyrau hanno negato lo statuto legale ad almeno due locali chiese Protestanti, e l’estate scorsa hanno esercitato pressioni ad una comunità indipendente per trasferire la propria moschea nello stato appoggiato dal Muftiate. L’attività religiosa non registrata in Kazakistan è illegale e punibile. I Testimoni di Geova locali ed i Protestanti sono stati multati per il culto non riconosciuto. I funzionari negano qualsiasi restrizione. "Guardate, noi non abbiamo alcun problema relativo alla libertà religiosa nella nostra regione", ha detto al Forum 18 il vice-comandante regionale Kenef Kosybaev. "Semplicemente non prestiamo ascolto a questi resoconti negativi contro di noi".


L’avvocato Testimone di Geova Yuri Toporov ha denunciato come "scuse ridicole" quelle date dal Dipartimento di Giustizia nella regione occidentale di Atyrau per il rifiuto delle istanze consecutive per ottenere lo statuto legale presentate dalla comunità locale dei Testimoni di Geova dal 2001. Il rifiuto più recente è datato 24 novembre, come ha detto al Servizio Notizie del Forum 18 il 10 dicembre. Toporov ha evidenziato che questa è l’unica regione del Kazakistan dove le loro comunità non possono ottenere lo statuto legale. L’assenza di registrazione è una preoccupazione seria, dato che l’attività religiosa non registrata in Kazakistan è illegale e punibile. I Testimoni di Geova locali ed i Protestanti sono conosciuti per essere stati multati per il culto non registrato. Un numero di altre comunità religiose nella regione di Atyrau ha denunciato riguardo alla difficoltà di ottenere la registrazione di stato, mentre l’estate scorsa i funzionari hanno esercitato pressioni ad una comunità indipendente musulmana in Atyrau per rinunciare alla loro moschea e trasferirla nello stato appoggiato dal Muftiate.

Toporov insiste che questo rifiuto della registrazione ai Testimoni di Geova è stato "illegale". "Tutti i documenti necessari per registrare la comunità sono stati raccolti ed i documenti contenevano tutte le informazioni richieste", ha insistito al Forum 18. La comunità intende fare presto un’ulteriore tentativo di registrarsi prima di procedere legalmente ad una corte, come detto.

Per giustificare il rifiuto della più recente richiesta di registrazione dei Testimoni di Geova, A. Kitarov, capo della sezione per gli affari religiosi del Dipartimento di Giustizia di Atyrau, ha detto al Forum 18 che i numeri telefonici attivi di alcuni dei coordinatori erano mancanti nella richiesta di registrazione. Interrogato sul perché l’assenza di numeri telefonici attivi – dato che tutte le altre informazioni necessarie c’erano – fosse stata una ragione abbastanza seria per negare la registrazione, Kitarov ha detto che era stato recentemente nominato quale capo della sezione e che avrebbe studiato quale fosse la reale ragione. "La persona che conosce questo problema nel dettaglio è Asangaliev, il quale è il nostro massimo specialista", ha detto al Forum 18 il 4 dicembre da Atyrau.

Raggiunto dal Forum 18 il 10 dicembre, Asangaliev ha rifiutato di parlare, dicendo che non potrebbe dare tali "importanti informazioni" per telefono. "Non sono autorizzato a parlare con voi, perchè non chiamate e parlate con il nostro capo del dipartimento, Rahmetulla Nugmanov?" Tuttavia, il telefono di Nugmanov è rimasto senza risposta il 10 e l’11 dicembre.

Kenef Kosybaev, il rappresentante Akim (capo dell’autorità esecutiva) della regione di Atyrau, hanno negato che c’è una politica intenzionale di prevenzione contro le organizzazioni religiose dall’ottenere la registrazione. Ha insistito al Forum 18 da Atyrau l’11 dicembre che i Testimoni di Geova avevano difetti nei loro documenti necessari per la registrazione. Ha detto che non era simile ai casi delle due chiese Protestanti a cui è stato negato lo statuto legale, alla Chiesa delle Grazie ed alla Sun Bok Ym. "Per quanto riguarda la comunità di Darussalam, essi volontariamente hanno spostato la moschea come deciso dal Muftiate stesso", ha affermato Kosybaev. "Guardate, noi non abbiamo alcun problema relativo alla libertà religiosa nella nostra regione. Semplicemente non prestiamo ascolto a questi resoconti negativi contro di noi”.

[...]

Il rifiuto della registrazione ha portato a severe conseguenze per i membri di tali comunità religiose. I Testimoni di Geova avrebbero piacere a costruire un luogo per l’adorazione, una Sala del Regno, ad Atyrau, ma senza lo statuto legale ciò non è possibile. L’Ufficio del Procuratore ha fatto irruzione ad un’adunanza locale nel mese di maggio, filmando coloro che erano presenti senza il loro permesso e confiscando le riviste religiose. A sei Testimoni di Geova, incluso il responsabile della comunità religiosa di Atyrau, Aleksandr Rozinov, sono state date multe salate nel mese di giugno per le adunanze di culto senza registrazione. I sei hanno provato ad impugnare le ammende – inutilmente.

[...]







{Note a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova.net}




Il Kazakistan, a cavallo tra Europa ed Asia, è un'ex repubblica dell'Unione Sovietica. Confina con la Russia, la Cina, il Kirghizistan, l'Uzbekistan, il Turkmenistan ed il Mar Caspio. Con poco più di 15.000.000 abitanti, prevalentemente Russi e Kazaki, si estende su una superficie di circa 2.700.000 km².
La religione maggiormente professata è il Cristianesimo di origine ortodossa seguita dai musulmani. Dopo di che vi sono piccole percentuali di protestanti e cattolici.


    Rapporto dall'annuario 2008:

    Kazakistan:

    Popolazione: 15.314.000
    Proclamatori: 15.681
    1 Proclamatore su: 977
    2007 Media Proclamatori: 15.292
    Percentuale d'aumento: 5%
    Battezzati anno 2007: 1.205
    Numero di congregazioni: 170
    Media Studi biblici: 12.258
    Presenti Commemorazione: 32.160





fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Forum 18, in data 12 Dicembre 2007, da parte del giornalista Mushfig Bayram, sezione News (http://www.forum18.org)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net