Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Nagorno-Karabakh: Obiettori di coscienza religiosi detenuti devono affrontare una “rieducazione”

Di Felix Corley, Servizio Notizie del Forum 18



Il Testimone di Geova Areg Hovhanesyan, che ha scontato più di 3 anni di una condanna a 4 anni per aver rifiutato il servizio militare su base religiosa, deve restare in cella e subire una “rieducazione”, come è stato portato a conoscenza Forum 18. L’entità giuridica, non riconosciuta a livello internazionale, di Nagorno-Karabakh ha respinto la sua richiesta di scarcerazione anticipata, ha detto un funzionario della Corte Suprema a Forum 18. Albert Voskanyan, del Centro per le Iniziative Civili – che ha assistito all’udienza – ha ditto a Forum 18 che la corte ha ordinato alla direzione del carcere di “rieducare il prigioniero”. Ashot Sargsyan, a capo del Dipartimento per le Minoranze e le Religioni, ha difeso la decisione della corte. “Non è pericoloso, ma come si può definire una ‘brava persona’ se vìola la legge rifiutando il servizio militare?”. Un precedente obiettore di coscienza, che ha svolto il servizio militare senza imbracciare armi, era un battista, Gagik Mirzoyan. Egli si era rifiutato di pronunciare il giuramento militare o di imbracciare armi, cosa per il quale è stato picchiato e imprigionato, ma successivamente congedato a Gennaio.


Il Testimone di Geova Areg Hovhanesyan, che ha scontato più di 3 anni di una condanna a 4 anni per aver rifiutato il servizio militare su base religiosa, deve restare in cella e subire una “rieducazione”, come è stato portato a conoscenza Forum 18. La Corte Suprema della Repubblica di Nagorno-Karabakh (non riconosciuta a livello internazionale), nella zona sud del Caucaso ha rifiutato, in data 24 Marzo, il suo appello per la scarcerazione anticipata, come è stato riferito, in data 27 Marzo, da un funzionario a Forum 18. Lo stesso funzionario – non verrà fatto il nome – si è rifiutato di dire i motivi di questa decisione. “Non ho il diritto di dare queste informazioni”.

Comunque sia Albert Voskanyan, del Centro per le Iniziative Civili di Stepanakert – che era presente all’udienza il 21 Marzo – ha riferito a Forum 18 che la corte ha ordinato la “rieducazione” del prigioniero.

“Credo che il rifiuto dell’appello sia sbagliato, dato che Areg ha tenuto, nel carcere, una condotta eccellente, senza violare alcuna regola”, ha detto Voskanyan. “La corte avrebbe dovuto tenere conto di questo, piuttosto che della sua fede, che gli impedisce di prestare qualsiasi servizio militare”. Ha aggiunto di aver lungamente fatto pressioni per dare la possibilità, agli obiettori di coscienza come Hovhanesyan, di svolgere un servizio civile alternativo.

Ma Ashot Sargsyan, capo del Dipartimento per le Minoranze e le Religioni, ha difeso l’imprigionamento prolungato di Hovhanesyan. “Non è pericoloso, ma come si può definire una ‘brava persona’ se vìola la legge rifiutando il servizio militare?”, ha detto a Forum 18 in data 27 Marzo. “Che vada allora in Azerbaijan per prestare un servizio alternativo”.

Hovhanesyan è stato imprigionato nel Febbraio 2005 per la violazione dell’articolo 327, parte 3, del Codice Criminale di Nagorno-Karabakh, che punisce l’evasione del servizio militare “in condizioni di corte marziale, guerra o durante azioni militari” con una condanna da 4 a 8 anni. (Nagorno-Karabakh ha adottatto lo stesso Codice Criminale introdotto in Armenia nel 2003). Egli è stato detenuto nella prigione della collina di Shusha, vicino a Stepanakert.

Lyova Markaryan, dei Testimoni di Geova dell’Armenia – che tiene stretti contatti con i suoi fratelli di fede di Nagorno-Karabakh – ha detto che Hovhanesyan ha presentato il suo appello per il rilascio all’inizio di quest’anno. “Areg sperava di poter essere rilasciato in anticipo, dopo aver scontato oltre 2/3 della sua condanna”, ha detto Markaryan a Forum 18 in data 27 Marzo. “Ma è chiaro che N né le autorità di Stepanakert né quelle di Yerevan hanno intenzione di scarcerarlo”.

Sia Markaryan, dei Testimoni di Geova, che Voskanyan, del Centro per le Iniziative Civili, asseriscono che la condotta di Hovhanesyan, in prigione, è stata esemplare. “Il direttore della prigione, Artur Abramyan, ha lodato Areg per il suo comportamento, e gli ha dato una posizione di responsabilità nella mensa”, ha detto Markaryan a Forum 18. Voskanyan ha visitato spesso Hovhanesyan e altri suoi compagni nella prigione di Shusha, prima che gli fosse impedito di farlo.

Nonostante ripetute chiamate in data 27 marzo, Forum 18 non è stato in grado di mettersi in contatto con il direttore Abramyan.

La costituzione di Nagorno-Karabakh – adottata su referendum nel dicembre 2006 – ha richiesto a tutti i cittadini di partecipare al servizio militare, senza prevedere alcun servizio alternativo.

Sargsyan, del Dipartimento per le Minoranze Nazionali e le Religioni, ha difeso la mancanza del servizio alternativo a quello militare. Ha citato il conflitto tutt'ora irrisolto con l'Azerbaijian, che insiste nel dire che Nagorno-Karabakh fa integralmente parte del suo territorio. “La colpa per questa mancanza di servizio alternatvo è della comunità internazionale”, ha insistito. “Se questa alternativa esistesse, cosa faremmo se 10.000 giovani si rifiutassero di prestare servizio militare? Ecco perché non abbiamo fretta di adottare questa legge”.

Sargsyan ha insistito nel dire che stava parlando a livello individuale e non a nome dell'intero governo. “Sono in questo ruolo da quattro mesi, ma il mio posto deve ancora essere confermato”, ha spiegato. “Solo dopo l'emendamento della legge sulle religioni del 1997, per includere il ruolo di questo ufficio, le mie responsabilità possono essere confermate”.

Nonostante le ripetute chiamate, in data 27 marzo, Forum 18 non è stato in grado di contattare Ashot Gulyan, portavoce del parlamento di Nagorno-Karabakh. Nel 2006 ha detto a Forum 18 che una legge per il servizio alternativo non sarà adottata finché il conflitto nel territorio non sarà risolto.

Una precedente vittima di questa politica, che insiste nell'imporre un giuramento prima di iniziare il servizio militare, è stato Gagik Mirzoyan, membro della locale congregazione del Concilio delle Chiese Battiste. Egli si è anche rifiutato di imbracciare armi. Dopo essere stato portato a forza in una caserma ed essere stato picchiato, nel dicembre 2004, è stato messo in carcere per il suo rifiuto del servizio militare. E' stato rilasciato nel settembre 2006 e trasferito in una base militare, dove ha potuto prestare servizio senza fare giuramento né imbracciare armi.

Il servizio militare di Mirzoyan sarebbe dovuto terminare il 29 dicembre 2007, ma egli è stato rilasciato solo il 4 gennaio successivo. “Gagik è stato richiamato il 3 gennaio, e gli è stato detto che, se non avesse fatto giuramento, non sarebbe stato congedato”, ha detto a Forum 18 un portavoce dei battisti locali. “Lui ha risposto che non aveva cambiato idea e avrebbe continuato a rifiutare il giuramento, a qualsiasi costo. Notando la sua fermezza i funzionari lo hanno congedato”. Sulla sua scheda militare la voce 'Giuramento' risulta barrata.

A differenza di anni passati né i Testimoni di Geova né i battisti – che rifiutano la registrazione statale in qualsiasi stato ex-sovietico – hanno riportato molestie verso le loro attività religiose.

Sargsyan, del Dipartimento per le Minoranze e le Religioni, ha detto a Forum 18 che finché la legge non sarà cambiata nessun gruppo religioso eccetto la Chiesa Apostolica Armena (la religione principale) potrà ottenere il riconoscimento legale.

“Tutte le religioni dovrebbero essere registrate, ma la legge attuale non lo prevede. Lo stato legale della Chiesa Apostolica Armena è riconosciuto dalla nostra costituzione, ma non è lo stesso per nessun altro gruppo religioso. Questa situazione deve cambiare”. Ha detto a Forum 18 che il suo dipartimento deve ottenere maggiore potere per poter mettere in atto il riconoscimento legale delle comunità religiose.

Immagini collegate
Clicca per ingrandireTestimoni di Geova in carcere nella entità statale non riconosciuta di Nagorno-Karabakh: segue l'elenco dei 41 obiettori di coscienza
Clicca per ingrandireAlaverdyan Daniel Sargis, 15 settembre 2006, 18 mesi
Clicca per ingrandireAroyan David Ashot, 3 agosto 2007, 30 mesi
Clicca per ingrandireAvenesyan Areg Sargis, 16 Febbraio 2005, 48 mesi
Clicca per ingrandireAvetisyan Mushegh Aram, 30 Agosto 2006, 30 mesi
Clicca per ingrandireAzizyan Levon Ashot, 23 Agosto 2007, …
Clicca per ingrandireBabayan Hakob Harutyun, 16 Marzo 2007, 27 mesi
Clicca per ingrandireBabayan Vahan Harutyun, 16 Marzo 16 2007, 30 mesi
Clicca per ingrandireBalyan Albert Artur, 13 Dicembre 2006, 30 mesi
Clicca per ingrandireBarseghyan Karapet Hrayr, 7 Febbraio 2007, 30 mesi
Clicca per ingrandireDavtyan Aram Sanasar, 3 Luglio 2006, 30 mesi
Clicca per ingrandireGasparyan Nikolay Aramayis, 25 Settembre 2006, 36 mesi
Clicca per ingrandireGevorgyan Nshan Yervand, 17 Luglio 2007, 36 mesi
Clicca per ingrandireGhazaryan Eduard Arayik, 7 Febbraio 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireGogjyan Hayk Seyran, 6 Settembre 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireHakobyan Sarkis Mher, 24 Maggio 2006, 18 mesi
Clicca per ingrandireHovhannisyan Artur Armen, 7 Settembre 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireHovhannisyan Tigran Boris, 19 Luglio 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireHovhannisyan Yerem Hovagim, 10 Gennaio 2007, 36 mesi
Clicca per ingrandireHovsepyan Gevorg Armen, 3 Marzo 2007, 30 mesi
Clicca per ingrandireKarapetyan Gevorg Davit, 6 Settembre 2006, 30 mesi
Clicca per ingrandireKerobyan Khachik Joray, 11 Gennaio 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireKirakosyan Armen Babken, 18 Aprile 2007, 30 mesi
Clicca per ingrandireKirakosyan Edgar Samvel, 22 Agosto 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireKocharyan Artak Eduard, 12 Settembre 2006, 30 mesi
Clicca per ingrandireMadatyan Hayk Ashot, 11 Agosto 2007, non ha ancora ricevuto una sentenza
Clicca per ingrandireMirzoyan David Hakob, 20 Luglio 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireNajaryan Hamlet Henrik, 27 Febbraio 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireOhanyan Hayk Vran, 12 Gennaio 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandirePogosyan Vigen Joray, 9 Febbraio 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireQaryan Ahot Martin, 9 Agosto 2007, …
Clicca per ingrandireSafaryan Karen Jivan, 15 Marzo 2007, 30 mesi
Clicca per ingrandireSafaryan Kerob Armen, 9 Febbraio 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireSmbatyan Karen Smbat, 14 Agosto 2007, 22 mesi
Clicca per ingrandireSmbatyan Mkrtich Smbat, 26 Settembre 2007, …
Clicca per ingrandireStepanyan Artur Harutyun, 3 Luglio 2006, 24 mesi
Clicca per ingrandireTovmasyan Sayad Vardan, 10 Gennaio 2007, 36 mesi
Clicca per ingrandireTsaturyan Hrachya Khachatur, 30 Maggio 2006, 18 mesi
Clicca per ingrandireVanyan Artur, Vardan 13 Aprile 2006, 18 mesi
Clicca per ingrandireVanyan Martiros, Vardan 13 Aprile 2006, 18 mesi
Clicca per ingrandireYelchyan Aram Marat, 13 Febbraio 2007, 30 mesi
Clicca per ingrandireYenokyan Avetik Sargis, 13 Dicembre 2005, 24 mesi



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "Forum 18", in data 27 Marzo 2007, da parte del giornalista Felix Corley, sezione "News" (http://www.forum18.org)

La fotogallery "Testimoni di Geova in carcere" è tratta dal sito "Helsinki Association", sezione "News - Gallery", rubrica "Arrow Conscientious Objectorsarrow Jehova Witnesses in Jail" (http://www.hahr.am)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net