Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Tagikistan: Quando un bando "temporaneo" è permanente?



Di Mushfig Bayram, Servizio Notizie del Forum 18


Il Tagikistan nell’ottobre 2007 aveva "temporaneamente" sospeso due organizzazioni Protestanti, la Chiesa Ehyo ed il Centro Cristiano di Vita Abbondante, ed aveva totalmente messo al bando i Testimoni di Geova. Tuttavia, c’è un piccolo segnale che i funzionari ritireranno presto la sospensione, come appreso dal Servizio Notizie del Forum 18. I Testimoni di Geova si sono appellati alla Corte Suprema, la cui decisione è attesa probabilmente nel giro di due mesi. Particolarmente essi contestano una "opinione esperta" proveniente dall’Istituto di Filosofia e Legge. Nazira Dodkhudoeva, del Dipartimento per gli Affari Religiosi del Ministero della Cultura, ha detto al Forum 18 che i "Testimoni di Geova sono difficili da accontentare". Ha dichiarato che “l’opinione esperta dell’Istituto era, ovviamente, che sono un culto distruttivo". La Vita Abbondante ha fermato la propria attività, lamentando al Forum 18 che "siamo veramente stanchi dell’intero processo". Dodkhudoeva ha detto al Forum 18 che il Ministero registrerà di nuovo la Chiesa Ehyo, ma si è rifiutata di dire quando. Nel frattempo, le autorità non hanno ancora demolito le sinagoghe in pericolo delle comunità ebraiche, e la comunità ha lanciato un appello legale.


Sette mesi dopo che il Tagikistan aveva sospeso "temporaneamente" due organizzazioni Protestanti, la Chiesa Ehyo ed il Centro Cristiano per la Vita Abbondante, e totalmente messo al bando i Testimoni di Geova, l’attività di tutte le tre organizzazioni è ancora bloccata, come appreso dal Servizio Notizie del Forum 18. La Chiesa Ehyo e la Vita Abbondante, un’organizzazione umanitaria e per l’educazione religiosa, sono state entrambe presumibilmente sospese per soli tre mesi. Tuttavia, c’è un piccolo segnale che i funzionari ora abbiano in mente i tempi per ritirare le sospensioni.

All’epoca dell’azione contro le tre organizzazioni religiose, Saidbeg Mahmadulloyev, Capo della Sezione di Analisi e di Informazione del Dipartimento per gli Affari Religiosi al Ministero della Cultura, ha negato al Forum 18 che sia le chiese Ehyo che quella della Vita Abbondante sarebbero state messe al bando. "Non sono in imminente pericolo di essere messe al bando. Tuttavia, hanno commesso alcune violazioni, le quali hanno bisogno di correzione". Non ha visto alcuna opportunità che il bando sui Testimoni di Geova possa essere ritirato.

E’ in corso un appello contro il bando del Ministero della Cultura, come ha detto Yuri Toporov, l’avvocato per i Testimoni di Geova, al Forum 18 il 20 maggio. I Testimoni di Geova si stanno inoltre appellando contro una decisione dei funzionari speciali nella capitale, Dushanbe, di sequestrare una gran parte della consegna di letteratura religiosa spedita dalla Germania nell’estate del 2007. I tentativi di spedire letteratura in Tagikistan tramite l’Uzbekistan sono stati fermati dai funzionari uzbeki. I Testimoni di Geova in Germania hanno ora smesso di spedire le consegne di letteratura, fino a quando questi problemi non siano risolti.

Toporov, dei Testimoni di Geova, ha detto al Forum 18 che due tribunali civili di Dushanbe, di Sino ed i tribunali del distretto di Shokhmansour, avevano esaminato le cause relative al bando ed alla letteratura. Ma entrambe le cause sono state poi trasferite dai tribunali al Tribunale Militare di Dushanbe Garrison. "Ai Testimoni di Geova locali è stata data la motivazione che ciò è stato fatto perché i funzionari del Ministero per la Sicurezza Nazionale erano stati coinvolti in entrambi i casi", ha detto.

L’obiezione di coscienza al servizio militare è stata citata come una base per aver messo al bando i Testimoni di Geova. Comunque il Vice-Comandante della Direzione Generale del Tagikistan, il Generale Maggiore Akbarjon Kayumov, è stato apparentemente in disaccordo con ciò.

I Testimoni di Geova si sono appellati contro il bando della loro attività alla Corte Suprema. Il giudice del Tribunale Militare, T. Kadyrov, ha deciso di sospendere l’udienza della causa finché la Corte Suprema esprime un giudizio. Ciò potrebbe avvenire nel giro di due mesi. Il Ministero della Cultura è stato invitato dal Tribunale Militare a non intraprendere alcuna azione sul bando fino a che la Corte Suprema esprima una decisione. Toporov spera che i Testimoni di Geova "possano tenere le adunanze in questo periodo di tempo", ha detto al Forum 18.

Toporov ha contestato in modo particolare una "opinione esperta" proveniente dall’Istituto di Filosofia e Legge, all’Accademia Tagika delle Scienze, presso la quale il Ministro della Cultura era stato invitato. Nazira Dodkhudoeva, del Dipartimento per gli Affari Religiosi del Ministero della Cultura, ha detto al Forum 18, il 20 maggio, che non crede che l’Istituto di Filosofia e Legge "abbia fatto un cattivo compito". Commentando le obiezioni di Toporov, ha dichiarato che "semplicemente i Testimoni di Geova sono difficili da accontentare". Ha spiegato che "abbiamo dato precedentemente la nostra opinione da esperti sulla loro organizzazione, la quale non è piaciuta loro". L’Istituto di Filosofia e Legge è stato quindi invitato per la sua opinione dal Ministero della Cultura. Interrogata su ciò che l’Istituto aveva concluso, Dodkhudoeva ha dichiarato che "la loro opinione esperta era, ovviamente, che [i Testimoni di Geova] sono un culto distruttivo".

[...]



{Note della Redazione Cristiani Testimoni di Geova.net}





La Repubblica presidenziale del Tagikistan, situata nell'Asia centrale, confina con Afghanistan, Cina, Kirghizistan, e Uzbekistan. Per quasi la sua totalità, i Tagiki sono di religione musulmano-sunnita.



Rapporto dall'annuario 2008:

    Tagikistan:

    Popolazione: 7.321.000
    Proclamatori: 544
    1 Proclamatore su: 13.458
    2006 Media Proclamatori: 487
    Percentuale d'aumento: 4%
    Battezzati anno 2006: 39
    Numero di congregazioni: 7
    Media Studi biblici: 599
    Presenti Commemorazione: 1.317







fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Forum 18, in data 22 maggio 2008, da parte del giornalista Mushfig Bayram, sezione News (http://www.forum18.org)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net