Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Musulmana del Sudan scrive un saggio sui Testimoni di Geova



6 Ottobre 2007

Ci vuole un compito assegnato ad una studente universitaria musulmana del Sudan per apprezzare i Testimoni di Geova



Stavo visitando Huda da un anno, periodo nel quale ho condiviso con lei pensieri spirituali e lasciavo la rivista Svegliatevi!. Eppure c’è voluto un po’ di tempo prima che mi prendesse in simpatia. Il 13 Settembre, Huda mi mandò un SMS chiedendomi aiuto. Il messaggio fu una piacevole sorpresa poiché raramente mi manda SMS sul cellulare. Quando la incontrai una sera, mi rivelò che il suo professore di teologia le aveva chiesto di scrivere un saggio su una grande religione diversa dalla sua per la celebrazione della settimana della religione nella sua scuola.

“Tu sai che io ho una conoscenza vicina allo zero riguardo alla Bibbia ed alla cristianità. Così ho deciso di scrivere una trattazione sui vostri credi e la vostra posizione”, ha aggiunto.

Ho cercato di fare del mio meglio nel mascherare il mio entusiasmo. Lei non ha avuto idea di quanto sono stata entusiasta di darle testimonianza.

“Grazie per aver scelto i Testimoni di Geova come argomento. Su quale particolare aspetto hai intenzione di soffermarti? Da dove comincio?”

“Il mio insegnante vuole conoscere cosa fa il tuo gruppo per affrontare la povertà e la pace nel mondo”.

Di seguito c’è il risultato della sua trattazione. Ho fornito le scritture e la loro spiegazione. Inoltre ho condiviso con lei qualche ricerca dal Watchtower Library. Lei mi ha dato la libertà di modificare il suo trattato.


Saggio sui Testimoni di Geova


La mia famiglia e le credenze islamiche mi hanno portato a non giudicare le persone e ad amare i miei vicini. Questo saliente insegnamento del Corano è profondamente inciso nel mio cuore e nella mia mente specialmente da quando ho deciso di studiare in un paese straniero chiamato le Filippine.

Non avevo idea che questo prezioso valore sarebbe stato messo alla prova un fine settimana quando ho sentito bussare alla mia porta. Con mia sorpresa, due donne, poi rivelatesi un'insegnante di inglese in pensione ed una giornalista di Baguio, stavano alla mia porta sorridendo. Erano vestite decentemente e portavano una borsa piena di riviste e libri, così le ho invitate nel mio appartamento. Si sono identificate come cristiane Testimoni di Geova che stavano volontariamente impiegando il loro tempo e le loro risorse quella domenica mattina per essere in grado di raggiungere i loro vicini stranieri. Non sapevo minimamente chi erano i Testimoni di Geova. Sapevo solo che erano cristiani e che avevano Bibbie.

Alzando il mio sopracciglio e resistendo all’impulso di essere altezzosa, mi sono chiesta: “Perché queste persone mi stanno facendo visita? Qual è il loro vero motivo? Lo sanno che sono musulmana e che leggo il Corano il quale è completamente differente dalla loro Bibbia? Queste persone stanno cercando di introdurmi nella loro religione e convertirmi?” Una nuvola di dubbi e paure stava volteggiando sulla mia testa. Ho messo da parte quei pensieri per due ragioni: la mia mente era preoccupata per i compiti e gli esami. Secondo, mi hanno insegnato ad essere rispettosa verso le altre persone.

La visita iniziale fu breve e piacevole. Mi sono ritrovata a rispondere alle loro domande circa il mio paese di origine, lo scopo per cui ero a Baguio, le mie esperienze con i filippini, il mio corso al college, la mia famiglia, eccetera. Con mia sorpresa, non hanno parlato della loro religione. Piuttosto, hanno placato le mie paure spiegandomi che sono sinceramente interessati ai loro vicini perché la Bibbia, il libro Sacro della Cristianità, gli dice di fare così. Mi hanno rassicurato che l’amore che mostrano alle persone, indipendentemente dalla loro razza e nazionalità, li spinge a mostrare profondo rispetto per le credenze religiose e culturali delle persone. Non ho trovato nulla su di loro o il loro scopo. Infatti hanno stimolato la mia curiosità. Probabilmente ne sarebbe venuto fuori qualcosa di buono.

Facendomi visita di volta in volta, la mia conoscenza su questi volontari internazionali, come si identificano loro, crebbe. Ho imparato che i Testimoni di Geova svolgono un ruolo significativo nella nostra società.

Povertà

Essi educano le persone in merito ai principi basati sulla Bibbia su come fronteggiare la povertà. Per esempio la Bibbia condanna l’immoralità, l’ubriachezza, il gioco d’azzardo, e l’abuso di droga. (1 Corinti 6:9, 10) Queste cose sono molto costose. Possono far diventare povero un uomo ricco e ed un povero ancora più povero. Abbandonare questi vizi ed altri simili fa molto per migliorare la situazione economica di una famiglia.

I Testimoni stanno lavorando per aiutare le persone a divenire educati e sani membri di una società globale. Tra le altre cose, essi insegnano agli adulti analfabeti a leggere e scrivere. Attraverso le loro pubblicazioni, essi offrono istruzione in materia di igiene, salute, e rapporti familiari. Alle loro adunanze come pure su base individuale, i Testimoni si incoraggiano l’un l’altro per conformarsi ai consigli biblici in merito all’essere onesti, laboriosi, e produttivi.

Il risultato è una forte, palpitante società costituita da quasi sette milioni di persone in tutto il mondo.

Inoltre, il loro intenso amore per il loro Dio Geova e per il prossimo, li spinge a interessarsi e ad essere generosi verso gli altri. I Testimoni di Geova, che ammontano ad oltre 6 milioni di persone in 236 paesi in tutto il mondo stanno condividendo le loro benedizioni materiali con le persone nei paesi poveri. Quando una grave carestia si abbatte in un paese africano, essi mandano tonnellate di generi di conforto e vestiario non solo ai loro compagni di fede ma anche ad altri appartenenti a varie religioni. Questo viene fatto in armonia con l’insegnamento biblico che dice “Dio non è parziale”.

Pace mondiale

Fatto interessante, i Testimoni di Geova svolgono un ruolo centrale nel promuovere la pace nel mondo. Sono stupita del fatto che preferiscono andare in prigione e soffrire piuttosto che imbracciare le armi e uccidere il loro prossimo.

Durante il regime nazista di Adolf Hitler, migliaia di Testimoni di Geova furono uccisi nelle camere a gas e furono duramente perseguitati nei campi di concentramento per il loro rifiuto di entrare a far parte dell’esercito. Essi aderiscono strettamente a quello che dice la Bibbia in Isaia 2:4: “E dovranno fare delle loro spade vomeri e delle loro lance cesoie per potare. Nazione non alzerà la spada contro nazione, né impareranno più la guerra”.

La profondità del rispetto dei Testimoni di Geova per i diritti umani è stato posta ad un esame estenuante durante la seconda guerra mondiale, specialmente nella Germania Nazista. Lo storico Brian Dunn ha affermato: “I Testimoni di Geova erano incompatibili con il Nazismo. L’obiezione maggiore che i Nazisti ponevano loro riguardava la loro neutralità politica. Questo significa che nessun credente dovrebbe portare le armi”. (La risposta delle Chiese all’Olocausto) Nella storia della Cristianità, Paul Johnson ha detto: “Molti furono condannati a morte per aver rifiutato il servizio militare. . ., o sono finiti a Dachau o in manicomio. “ Eppure, essi rimasero fermi. La sociologa Anna Pawelczynska descrive questi Testimoni come “una piccola isola di instancabile resistenza esistente nel seno di una nazione terrorizzata”.

Immaginiamo soltanto quale enorme calo nelle violazioni dei diritti umani ci sarebbe nel mondo se tutte le persone prendessero questa posizione oggi e ‘non imparassero più la guerra’.

I singoli Testimoni non disprezzano la cultura degli altri. Né coloro che diventano Testimoni rigettano la cultura nella quale sono stati allevati, a meno che essa vada in disaccordo con i principi della Bibbia. In quel caso essi apportano modifiche nelle loro vite. Essi riconoscono che in ogni cultura ci sono lodevoli caratteristiche.

Se tutte le persone fossero in grado di mostrare tale intenso amore gli uni per gli altri, allora non ci sarebbero guerre, lotte etniche, furti, omicidi, genocidi o altri conflitti. Il nostro mondo sarebbe un posto pacifico un cui vivere.

Fortunatamente, il loro programma mondiale di educazione basato sulla Bibbia cancella le barriere razziali ed etniche e sbriciola i muri del nazionalismo insegnando il punto di vista biblico sulla razza. C’è solo una razza, la razza umana. (Atti 17:26) Come risultato di questa istruzione biblica, milioni di persone oggi non “imparano più la guerra”.

Le conversazioni intellettualmente stimolanti che ho con loro mi fanno comprendere che ci sono molte analogie tra la Bibbia ed il Corano. Ai Cristiani e ai Musulmani viene insegnato di amare e rispettare il loro Dio ed i loro vicini. Se solo le persone prestassero seriamente attenzione agli utili insegnamenti di questi libri sacri, allora la razza umana potrebbe essere unita come una famiglia felice e pacifica.

Così, la prossima volta che i Testimoni di Geova busseranno alla mia porta, sarò lieta di farli entrare. Perché ho trovato degli alleati nella mia lunga ricerca per la felicità e la pace nel mondo.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "The harvest is great", in data 6 ottobre 2007, rubrica "Blog" (gobleth.multiply.com)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net