Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


'Guidati dallo spirito di Dio': Migliaia di Testimoni di Geova radunati a Jackson



E' sabato mattina e alcuni visitatori bussano a casa tua.
L'uomo indossa abito e cravatta. La donna indossa un vestito che arriva al di sotto del ginocchio. Il bambino sfoggia il vestito buono della domenica.
Prima che pronuncino una parola, riconosci gli estranei come Testimoni di Geova, il cui attivo proselitismo ne ha reso una delle religioni in maggior espansione al mondo.
"Ci rendiamo conto che è il nostro incarico", ha detto Herb Jarman di Petal. "Tutti i nostri ministri vanno porta a porta".
Il risultato della persistente evangelizzazione del gruppo di fedeli sarà evidente questo fine settimana ed il prossimo poiché i Testimoni di Geova della regione si raduneranno al Mississippi Colosseum di Jackson per due assemblee. Ci si aspetta che partecipino più di 12000 delegati provenienti dal Mississippi, dalla Louisiana, dall'Alabama e dal Tennessee.
Le assemblee dei Testimoni di Geova del luogo sono diventate il più grande raduno di gruppi religiosi che si tiene nell'area metropolitana di Jackson.
A testimonianza della crescita del gruppo, l'evento includerà il battesimo di nuovi credenti.
Il numero degli aderenti è aumentato di oltre il 3 per cento dal 2006 al 2007, ed ora ammonta a quasi 7 milioni in tutto il mondo.
Ci sono 2000 credenti nell'area metropolitana ripartiti in 14 congregazioni, che includono un gruppo di lingua spagnola, ha detto Derrick Qualls, un portavoce locale dei Testimoni di Geova.
"Ogni congregazione ha dai 75 ai 100 componenti battezzati", ha detto Qualls. "Uno dei motivi per mantenere piccole le congregazioni è che ci è di aiuto quando i singoli individui hanno problemi, grazie alle piccole dimensioni siamo in grado di dare loro l'assistenza di cui hanno bisogno".

Territorio familiare

Anche se i Testimoni di Geova negli Stati Uniti rappresentano meno dell'un per cento della popolazione - o 1 milione di persone - pochi americani passano la loro vita senza ricevere una loro visita.
"Sanno piuttosto bene chi siamo", ha detto Jarman, che lavora come vettore postale per il servizio postale statunitense. "Ma di tanto in tanto veniamo confusi con i mormoni".
Jarman, 55 anni, va porta a porta per condividere le sue convinzioni da quando è bambino, quando i suoi genitori si convertirono alla fede.
Come la maggior parte dei Testimoni Geova, Jarman passa dalle 10 alle 15 ore al mese bussando alle porte distribuendo letteratura religiosa e offrendosi di condurre studi biblici a domicilio.
Alcuni credenti, chiamati pionieri, dedicano sino a 30 [70, N.d.R.] ore settimanali all'opera di evangelizzazione, ha detto Jarman.
"Questa è fondamentalmente la loro vocazione", ha detto.
Nonostante abbia bussato a più porte di quante ne possa contare, Jarman ammette che nel complesso il lavoro resta difficile.
"Non potrei farlo se Dio non fosse spiritualmente dietro di me dandomi il coraggio di farlo", ha detto. "Ancora mi agito".
Nel corso degli anni è stato minacciato con una pistola, accerchiato dalla polizia e ha sentito abbondantemente la sua quota di "no grazie".

Uno sguardo storico

La storia moderna dei Testimoni di Geova ha avuto inizio nel 1870, essi hanno affrontato la persecuzione per le loro convinzioni fin dall'inizio.
Essi non credono nella Trinità, che la maggior parte dei gruppi cristiani considera fondamentale. Considerano il Regno di Dio un vero e proprio governo. In quanto tali, essi non votano, non rendono omaggio alla bandiera e rifiutano il servizio militare.
Nonostante la rigidità della fede - i Testimoni di Geova non festeggiano i compleanni, il Natale e la Pasqua, perché queste festività non sono menzionate nella Bibbia - essa continua a prosperare.

Conversione da giovane

Roynold Mitchell, anziano in una congregazione dei Testimoni di Geova di Jackson e titolare di una società di produzione di acciaio in pensione, si è convertito alla fede con la sua famiglia all'età di 11 anni.
Anche se la sua famiglia ha avuto una lunga tradizione di culto nella chiesa metodista episcopale africana, i suoi genitori sono stati aperti nei confronti dei Testimoni di Geova che hanno bussato alla loro porta.
"Non so cosa li abbia spinti a prestare loro attenzione", ha detto Mitchell, 61 anni. "All'inizio ci era stato detto di stare alla larga dai Testimoni di Geova".
Ma dopo aver studiato la Bibbia con i Testimoni di Geova, Mitchell e suo fratello divennero così entusiasti della fede che volontariamente decisero di abbandonare i compleanni il Natale e la Pasqua.
"Siamo stati noi ragazzi ad essere ansiosi di raccontare a mamma e papà che non volevamo più celebrare queste feste", ha detto. "Nel 1959 abbiamo celebrato il nostro ultimo Natale".

Immagini collegate
Clicca per ingrandireI Testimoni di Geova Eric Dixon (a sinistra), le figlie Kennedi e Aijah e Michael Richardson vanno porta a porta attraverso un quartiere di Brandon di Sabato condividendo la loro fede
Clicca per ingrandireColby Watson prepara i membri della Sala del Regno dei Testimoni di Geova di Brandon prima che mettano la testa fuori nella comunità offrendo letteratura religiosa e studi biblici a domicilio
Clicca per ingrandireQuali Testimoni di Geova, (da sinistra) Lexie Holifield, 7 anni, Angela Scales, la madre di Lexie, Nikisha Holifield ed il fratello Cameron Holifield, 6 anni, viene insegnato loro ad andare porta a porta regolarmente per condividere la loro fede



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "Clarionledger", in data 5 giugno 2008, da parte del giornalista Jean Gordon, sezione "News", rubrica "Local News" (www.clarionledger.com)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net