Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Da set a sala per adorare Dio

Un vecchio hangar a San Martín è stato recuperato dallo stato di abbandono, dai testimoni di Geova. Dodici anni fa servì per girare parte di un film con Brad Pitt e oggi sarà inaugurato per le loro assemblee.

Mendoza


Fabián Sevilla
email=fsevilla@diariouno.net.ar


Un hangar che venne utilizzato dodici anni fa come studio per girare "Sette anni in Tibet" è stato trasformato in una gigantesca sala assemblee per i testimoni di Geova di tutta la provincia. Lo stabile che è stato ristrutturato poco per volta dal 2000 e che attualmente risplende come nuovo, si trova a El Alto (San Martín) e sarà dedicato oggi dalle 9,30.

I testimoni di Geova sono un'organizzazione religiosa internazionale che promuove e pratica un tipo di cristianesimo inteso dai suoi aderenti come una restaurazione del cristianesimo originale. Basano le loro credenze nella Bibbia, usando per fare questo la Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture (edizione pubblicata dalla loro organizzazione), seppur accettando e citando altre traduzioni bibliche.

A Mendoza ci sono 130 congregazioni dei testimoni di Geova, il che significa circa 13 mila membri. Però la comunità è maggiore, perché assistono simpatizzanti, ovvero, persone che studiano la Bibbia e si associano a loro.

Ogni testimone esce a predicare per le vie, per questo non fanno messe. In cambio si riuniscono tre volte a settimana a studiare le scritture in locali chiamati Sale del Regno, delle quali ne esistono 50 in provincia dove si radunano 50 differenti congregazioni, organizzate in circoscrizioni.

Tre volte all'anno queste circoscrizioni, formate da una ventina di congregazioni, organizzano assemblee molto più numerose che richiedono ampi spazi. Attualmente nel paese ci sono sette saloni, ai quali si somma quello che oggi sarà dedicato e che sorge a 150 metri dalla statale 50, a San Martín.

In origine fu un essiccatoio per la frutta, in seguito abbandonato e poi, per qualche mese, tornò a vivere quando venne trasformato in set per le riprese del film Sette anni in Tibet. Il movimento causò un gran andirivieni, perché portò a Mendoza Brad Pitt e quella che era al tempo la sua compagna, Gwyneth Paltrow, il regista Jean Jacques Annaud e un autentico reggimento di tecnici di Hollywood, che scelsero Uspallata per girare gli esterni.

Acquistato nel 2000 dall'associazione e da allora è stato completamente trasformato per convertirlo in uno spazio circondato da giardini, con un uditorio che copre 4.000 m2 e conta su 2450 posti a sedere, oltre a installazioni necessarie al suo funzionamento.

80 mila persone all'anno

"La celebrazione della dedicazione, alla quale sono invitati testimoni di tutta Mendoza, conferma l'uso esclusivo a cui sarà adibito il luogo: educare la comunità nei valori cristiani", ha dettagliato sull'attività di oggi, Juan Carlos Zárate, rappresentante stampa di Mendoza dell'Associazione dei Testimoni di Geova.

Secondo Zárate, si calcola che in un anno lo spazio congregherà più di 80.000 persone, sommando le 25 assemblee annuali e i diversi eventi organizzati dalla comunità. L'assistenza all'assemblea non è ristretta ai soli testimoni, ma si invita opportunamente il pubblico", ha commentato.

Ha aggiunto che, a differenza di altre religioni ufficiali, per entrare in questi incontri nessuno deve pagare un entrata, quote o decime. Così come è stato ristrutturato, con mano d'opera e donazioni volontarie, nello stesso modo sarà mantenuto.




La cerimonia della dedicazione.


Mentre le nuove chiese, parrocchie e cappelle cattoliche devono essere consacrate per svolgere la loro funzione, le sale delle assemblee dei testimoni di Geova, invece, sono "dedicate", rito che ha il suo precedente nel Re Salomone, che - secondo quello indicato nel Secondo libro delle Cronache - una volta terminato il tempio di Israele lo dedicò a Dio.

Lo stesso consiste in una preghiera di dedicazione a Geova, che nel caso del tempio di San Martín sarà affidata a Tomás Cardos e Raúl Vázquez, dirigenti della sede argentina della Associazione dei testimoni di Geova.

Juan Carlos Zárate, addetto stampa dell'Associazione a Mendoza, spiegò che "nel momento della dedicazione si offre la sala a Dio per suo esclusivo uso, ovvero la sua adorazione. Quello che si fa lì sono solamente attività in relazione all'insegnamento biblico, che è il contenuto delle assemblee".

In questi incontri si fanno conferenze, simposi, rappresentazioni sceniche della predicazione. Il culmine è costituito da drammi su episodi della Bibbia. "Ogni circoscrizione che raggruppa le congregazioni organizza tre assemblee all'anno, alle quali vanno membri delle altre circoscrizioni, per cui vanno molte persone. Ora contiamo su uno spazio adeguato, anche se dal 2000 lo usavamo mentre lo stavamo ristrutturando", ha confessato.




Immagini collegate
Clicca per ingrandireRiutilizzato. Quello che era un hangar abbandonato, dal 2000 ha cominciato ad essere ristrutturato dai testimoni di Geova.
Clicca per ingrandireSpazio. La sala assemblee di San Martín ha 2450 poltrone.
Clicca per ingrandireIeri. Così era l'hangar quando serviva come essiccatoio di frutta, negli anni '90.



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito Diario Uno de Mendoza - Ediciòn Impresa, in data 20 Aprile 2008 da parte del giornalista Fabián Sevilla, rubrica Secciones - Mendoza (edimpresa.diariouno.net.ar)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net