Benvenuto Ospite
 username
 password
Vuoi essere sempre aggiornato?

Sottoscrivi la nostra Newsletter!
Prima Pagina
Scopo del sito
Notizie dal Mondo
L'Editoriale
Aneddoti ed aforismi
Letture e filmati consigliati
Gallerie fotografiche
Privacy
Per avere risposta alle domande poste con maggiore frequenza leggi le nostre FAQ e lo scopo del sito.
Se non trovi la risposta alla domanda che cercavi proponila alla redazione.

Site purpose in
English.
Elenco di siti partner e di siti consigliati dalla redazione di Cristiani Testimoni di Geova.net.

Vai alla pagina dei Links.
Pagine Viste
Pigine Viste
 
 


Kirghizistan: Dove possono essere sepolti i defunti?



Di Mushfig Bayram, Servizio Notizie del Forum 18



Protestanti kirghizi, Baha'is, Testimoni di Geova e i seguaci Hare Krishna si sono lamentati al Servizio Notizie del Forum 18 in merito al fatto che il problema del seppellimento dei membri deceduti delle loro comunità è ancora senza soluzione, specialmente nelle aree rurali. Le amministrazioni locali, la gente del posto ed i leader musulmani spesso si oppongono al seppellimento dei non musulmani o insistono nel dire che devono essere seppelliti secondo i rituali musulmani. I tentativi di discutere la questione – che includono un incontro presso l’Agenzia di Stato per gli Affari Religiosi – non hanno portato ad una soluzione. Alisher Sobirov, il presidente della Commissione Parlamentare permanente per la Religione, ha detto al Forum 18 che "nessuno al di fuori delle amministrazioni locali – che includono il Muftiate [consiglio dei leader islamici, N.d.T.] – ha il diritto di prendere decisioni sui cimiteri". Interrogato in merito a ciò che si sarebbe fatto, Sobirov ha dichiarato che non era nei poteri del Parlamento fornire linee di indirizzo riguardo ai servizi funebri. Asan Saipov del Muftiate ha detto al Forum 18 che avevano deciso di "non permettere la sepoltura dei non musulmani nei cimiteri dei musulmani" – sebbene questi siano gestiti dalle autorità locali e solitamente sono gli unici cimiteri locali. Ha insistito nel dire che gli abitanti di un villaggio avevano preso una giusta decisione impedendo alla famiglia di un ragazzo di 14 anni battista di seppellirlo.


[...]

Vladimir Gavrilovsky, il presidente dei Testimoni di Geova in Kirghizistan, si è anche lamentato dei problemi relativi alle sepolture. "Recentemente, a Jalal-Abad e in altre regioni della nazione, abbiamo avuto problemi nel momento in cui alcune persone avrebbero dovuto permetterci di seppellire i nostri defunti nei cimiteri locali", ha detto al Forum 18 da Bishkek. Ha detto che, ogni volta, sono stati necessari un sacco di negoziati con le amministrazioni locali prima che permettessero di proseguire con le sepolture.

[...]

Molte delle comunità religiose del Kirghizistan restano altamente preoccupate dai continui proponimenti atti a restringere le libertà di pensiero, coscienza e credenza. Nonostante sia stato respinto a febbraio un decreto che avrebbe limitato la libertà religiosa, vengono ancora sottoposte alcune mozioni per passare ad una più ristrettiva Legge Religiosa.


{Note della Redazione Cristiani Testimoni di Geova.net}




La Repubblica del Kirghizistan, stato dell'Asia centrale, confina la Cina, il Kazakistan, il Tagikistan e l'Uzbekistan. La sua popolazione è composta principalmente da kirghizi (gruppo etnico di origine turca) e basse percentuali di russi e uzbeki. Dall'indipendenza politica del 31 agosto 1991 il Kirghizistan è una repubblica di tipo presidenziale dove il presidente possiede ampi poteri. La lingua ufficiale è il russo, mentre la religione ufficiale è la musulmana sunnita.

Rapporto dall'annuario 2008: Kirghizistan

Popolazione: 5.259.000
Proclamatori: 4.287
1 Proclamatore su: 1.227
2007 Media Proclamatori: 4.186
Percentuale d'aumento: 7%
Battezzati anno 2007: 190
Numero di congregazioni: 55
Media Studi biblici: 4.757
Presenti Commemorazione: 9.693



fonte

Questo articolo è stato pubblicato sul sito "Forum 18", in data 10 luglio 2008, da parte del giornalista Mushfig Bayram, sezione "News" (http://www.forum18.org)

© Traduzione a cura della Redazione Cristiani Testimoni di Geova .net